In questo articolo

With a Bachelor's Degree in International Journalism, my career has taken me through diverse industries. I began in the banking sector, gaining valuable insights into finance over five years.

Leggi altroLinkedin

Correttore di bozze

Tamta Suladze

Tamta è un'autrice di contenuti che vive in Georgia e ha cinque anni di esperienza in scrittura di articoli su mercati finanziari e criptovalute a livello globale per testate giornalistiche, società di blockchain e aziende di criptovalute. Grazie alla sua laurea e all'interesse personale per gli investimenti in criptovalute, è specializzata nella scomposizione di concetti complessi in informazioni facili da comprendere per i nuovi investitori in criptovalute. La scrittura di Tamta è professionale e al tempo stesso comprensibile, in modo da garantire ai suoi lettori comprensione e conoscenze preziose.

Leggi altroLinkedin
Condividi

Che Cos’è un Market Maker e Perché il Mercato ne ha Bisogno?

Easy
Reading time

I mercati finanziari hanno avuto un’evoluzione storica, passando da riunioni informali a exchange organizzati. Una transizione significativa si è verificata quando i mercati sono passati dai sistemi “a grida aperte”, in cui gli operatori interagivano fisicamente, alle piattaforme di trading elettroniche, snellendo i processi e aumentando l’efficienza. Questo passaggio ha avuto un impatto profondo sulle dinamiche del mercato, favorendo una maggiore velocità, accessibilità e automazione del trading.

I market maker (MM) sono stati fondamentali per questa evoluzione, in quanto garantiscono liquidità e opportunità di trading continue. L’articolo spiegherà che cosa sono i market maker e quale ruolo svolgono sul mercato.

Punti Chiave

  1. Un market maker è un’entità che si occupa attivamente di acquistare e vendere titoli a prezzi quotati.
  2. Fornire liquidità e trarre profitto dagli spread bid-ask sono funzioni fondamentali dei MM.
  3. Automated, Designated e Crypto Market Maker sono tre tipi principali di MM.
  4. Il futuro del market-making risiede nei progressi tecnologici, nell’integrazione del mercato globale e nel superamento di un panorama normativo in continua evoluzione.

Definizione di Market Maker

Who are Market Makers?

Un moderno market maker è un intermediario finanziario o un’istituzione che facilita il trading di strumenti finanziari fornendo liquidità e acquistando o vendendo asset a prezzi quotati. Svolgono un ruolo cruciale sui mercati finanziari aumentando la liquidità, riducendo gli spread bid-ask e promuovendo l’efficienza dei prezzi, al fine di garantire la stabilità generale del mercato. I MM partecipano attivamente all’acquisto e alla vendita di titoli, quotando continuamente i prezzi per garantire un mercato regolare e ordinato. 

Funzioni 

Market Maker's

Determiniamo il ruolo principale e le funzioni chiave dei market maker: 

Fornire Liquidità 

I market maker sono entità finanziarie che svolgono un ruolo fondamentale nel fornire liquidità ai mercati finanziari. Per liquidità si intende la facilità con cui un asset può essere acquistato o venduto senza che il suo prezzo ne risenta in modo significativo. I market maker facilitano il trading offrendo l’acquisto o la vendita di strumenti finanziari a prezzi quotati. 

Definire Spread Bid-Ask 

Il prezzo bid è l’importo massimo che un acquirente è disposto a pagare per un titolo, mentre il prezzo ask è l’importo minimo che un venditore è disposto ad accettare. Lo spread bid-ask è la differenza tra questi due prezzi e rappresenta il margine di profitto del market maker. 

I market maker determinano gli spread bid-ask in base a vari fattori, tra cui la volatilità dell’asset, il volume degli scambi e il livello di concorrenza sul mercato.  

Gestire Flusso degli Ordini 

I MM gestiscono il flusso continuo di ordini di acquisto e di vendita sul mercato. Agiscono come intermediari, mettendo in contatto acquirenti e venditori e viceversa. Il loro obiettivo è quello di bilanciare la domanda e l’offerta regolando i prezzi bid e ask in base alle condizioni sul mercato. 

Monitorando attivamente il flusso degli ordini e regolando le scorte, i market maker aiutano a prevenire grandi oscillazioni dei prezzi e a mantenere condizioni sul mercato stabili. Questo ruolo proattivo nella gestione del flusso di ordini è fondamentale per la stabilità generale del mercato e la fiducia degli investitori. 

Market Maker Moderni e i Loro Ruoli

Modern Market Makers

Nella realtà moderna, tre tipi di MM hanno guadagnato popolarità: Automated Market Makers (AMM), Designated Market Makers (DMM) e Crypto Market Maker (CMM). Vediamo maggiori dettagli.

AMM

Un automated market maker (AMM) è un protocollo finanziario decentralizzato che facilita il trading di asset digitali senza la necessità di intermediari tradizionali come gli exchange. Gli AMM operano su piattaforme blockchain, impiegando smart contract per automatizzare il processo di fornitura di liquidità e di scambio di asset. 

A differenza dei tradizionali sistemi basati sul libro degli ordini, gli AMM utilizzano pool di liquidità in cui gli utenti possono depositare i loro asset, fornendo liquidità per varie coppie di trading. Queste pool sono gestite in modo algoritmico e i prezzi sono determinati in base a una formula matematica, spesso la formula del prodotto costante. Gli utenti possono operare direttamente contro la pool e lo smart contract regola i prezzi in modo dinamico per mantenere l’equilibrio. 

Diffusi dalle piattaforme di finanza decentralizzata (DeFi), gli AMM hanno contribuito alla democratizzazione dei servizi finanziari consentendo agli utenti di tutto il mondo un trading accessibile e senza autorizzazioni aggiuntive.

DMM

I designated market maker sono persone o aziende specializzate incaricate dai stock exchange di facilitare le operazioni di trading e mantenere la liquidità sul mercato per determinati titoli. 

A differenza dei MM generici, i DMM devono migliorare la stabilità del mercato e fornire continuamente quotazioni bid e ask per i titoli assegnati. Svolgono un ruolo fondamentale nella scoperta dei prezzi gestendo attivamente il portafoglio ordini, riducendo gli spread bid-ask e attenuando la volatilità. 

I DMM agiscono anche come intermediari tra acquirenti e venditori, contribuendo a garantire mercati equi e ordinati. Questo concetto è comunemente utilizzato su stock exchange, dove i DMM contribuiscono al buon funzionamento del mercato e promuovono la fiducia degli investitori.

CMM

Nel contesto dei mercati delle criptovalute, i MM operano in modo simile ai mercati finanziari tradizionali, ma all’interno del mondo decentralizzato e aperto 24/7 degli asset digitali. 

Quotano continuamente i prezzi di acquisto e di vendita delle varie criptovalute, assicurando che ci sia un mercato prontamente disponibile per i trader. I CMM possono operare su exchange centralizzati, dove contribuiscono ai libri ordini oppure in ambienti DeFi, partecipando a protocolli di automated market making.

Principi e Strategie di Funzionamento

How market makers

Al fine di svolgere con profitto le funzioni sopra descritte, i market maker hanno implementato diverse strategie nelle loro attività quotidiane. 

Opportunità di Arbitraggio 

L’arbitraggio consiste nello sfruttare le differenze di prezzo dello stesso asset su mercati diversi o in momenti diversi. I market maker si dedicano all’arbitraggio per trarre profitto dalle inefficienze dei prezzi. 

Identificano le discrepanze tra i prezzi di domanda e di offerta su diversi mercati o exchange ed eseguono operazioni di acquisto al ribasso e di vendita al rialzo, sfruttando gli squilibri temporanei dei prezzi. Questa strategia aiuta ad allineare i prezzi tra i mercati e contribuisce all’efficienza del mercato. 

Gestione del Rischio 

I MM valutano e gestiscono attivamente i rischi associati alle loro attività di trading. Questo include il monitoraggio della volatilità sul mercato, l’adeguamento dei livelli di inventario e l’impiego di strategie di copertura per compensare le potenziali perdite. Identificare e mitigare i rischi è fondamentale per mantenere la stabilità finanziaria. 

Gli strumenti tecnologici avanzati e gli algoritmi sono fondamentali nella gestione del rischio dei market maker. I sistemi automatizzati aiutano a monitorare le condizioni sul mercato in tempo reale, consentendo di reagire rapidamente ai cambiamenti. Queste tecnologie aiutano a eseguire le operazioni, a coprire le posizioni e a implementare strategie di riduzione del rischio in modo rapido ed efficiente. 

Trading Contro Tendenze – Strategie Inverse 

I MM utilizzano spesso strategie inverse, operando contro le tendenze sul mercato prevalenti. In questo modo, capitalizzano le deviazioni a breve termine dalla tendenza, acquistando durante i ribassi e vendendo durante i rialzi. 

Questo approccio inverso consente di ottenere profitti quando i mercati si discostano temporaneamente dalla loro traiettoria di lungo periodo. Il trading contro tendenza svolge anche una funzione di stabilizzazione del mercato. 

Come Guadagnano i Market Maker 

I market maker generano profitti capitalizzando la differenza tra i prezzi bid e ask dei titoli. Dato che si assumono il rischio di detenere un determinato titolo, che potrebbe subire un calo di valore, ricevono un compenso per tale rischio.  

Al fine di capire meglio, immagina che un investitore osservi che il prezzo bid delle azioni Apple è di 60 $ mentre il prezzo ask è di 60,10 $. Ciò indica che il market maker ha acquistato le azioni Apple a 60 $ e le sta vendendo a 60,10 $, ottenendo un profitto di 0,10 $. 

Citadel Securities LLC, una società americana di market-making con sede a Miami, è uno dei maggiori market maker al mondo e opera in oltre 50 paesi.

Fatti in Breve

Market Maker vs. Altri Partecipanti sul Mercato 

Market Participants

Al fine di superare le complessità dei mercati fiscali, è fondamentale comprendere a fondo i ruoli distintivi dei partecipanti al mercato. Ecco un confronto tra i principali operatori sul mercato.  

Distinzione tra Broker e Dealer 

Market maker, broker e dealer sono entità distinte sui mercati finanziari. I MM facilitano il trading fornendo liquidità e quotando continuamente i prezzi bid e ask. 

I broker, invece, agiscono come intermediari, mettendo in contatto acquirenti e venditori senza detenere un inventario di titoli. I dealer si occupano di trading di titoli per conto proprio. 

Mentre i market maker facilitano la liquidità, i broker facilitano le transazioni e i dealer fanno trading per proprio profitto. 

Fornitore di Liquidità vs Market Maker

Sui mercati finanziari, un fornitore di liquidità contribuisce alla profondità del mercato piazzando ordini di acquisto o vendita di asset. Un market maker è un tipo specifico di fornitore di liquidità che quota attivamente i prezzi su entrambi i lati del mercato, con l’obiettivo di trarre profitto dallo spread bid-ask. 

Mentre tutti i market maker sono fornitori di liquidità, non tutti i fornitori di liquidità operano come market maker. Entrambi i ruoli sono fondamentali per aumentare la liquidità sul mercato, con i MM che si concentrano maggiormente sulla quotazione continua e sulla gestione degli spread.

Interazioni con Investitori Istituzionali 

I market maker svolgono un ruolo fondamentale nell’interazione con gli investitori istituzionali, come i fondi comuni e i fondi di copertura. Gli investitori istituzionali spesso eseguono operazioni di grandi dimensioni e i market maker forniscono la liquidità necessaria per assorbire queste operazioni senza impattare in modo significativo sul prezzo di mercato. 

Attraverso transazioni negoziate e gestione del libro ordini, i MM assistono gli investitori istituzionali nell’esecuzione delle operazioni in modo efficiente e con un impatto minimo sul mercato. 

Regolamento e Supervisione del Mercato

Il quadro normativo è stabilito dall’autorità di regolamentazione del settore finanziario per garantire operazioni sul mercato eque e trasparenti. 

Le autorità spesso stabiliscono regole per prevenire la manipolazione del mercato, garantire la protezione degli investitori e mantenere l’integrità generale del mercato. I market maker devono attenersi a specifici requisiti di conformità, tra cui relazioni periodiche, informazioni finanziarie e il mantenimento di un certo livello di adeguatezza patrimoniale. 

La conformità si estende anche a considerazioni etiche, come evitare conflitti di interesse e garantire un trattamento equo di tutti i partecipanti al mercato. Il rispetto di questi requisiti è fondamentale affinché i MM operino in modo legale e responsabile. 

Sfide da Affrontare 

Market Maker's

I market maker devono affrontare sfide per gestire l’aumento della volatilità e l’incertezza sul mercato. Improvvise oscillazioni dei prezzi e condizioni di mercato imprevedibili possono compromettere la loro capacità di mantenere i mercati ordinati, con conseguenti rischi maggiori e potenziali perdite di trading. 

Inoltre, è necessario menzionare le sfide tecnologiche. I MM devono adattarsi continuamente alle tecnologie in evoluzione. La natura frenetica del mercato azionario richiede sistemi robusti ed efficienti per l’esecuzione degli ordini, la gestione del rischio e l’analisi del mercato. 

I guasti o i malfunzionamenti tecnologici possono interrompere le operazioni e influire sulla capacità di fornire liquidità in tempo utile. 

Tendenze Future nel Market-Making

Il futuro del market making risiede nei progressi tecnologici e nella globalizzazione dei mercati. Il market making è influenzato dall’intelligenza artificiale e dall’apprendimento automatico, che migliorano l’analisi predittiva e la gestione del rischio. 

Inoltre, il trading ad alta frequenza continua a influenzare il market-making, sfruttando algoritmi avanzati per una rapida esecuzione. La tendenza all’interconnessione dei mercati globali ha un impatto sui market maker e richiede un adattamento a diversi ambienti di trading. 

I continui cambiamenti normativi delineano il futuro del market-making, influenzando le strategie di compliance e le pratiche operative. 

Esempio Illustrativo di Market Maker 

Consideriamo uno scenario ipotetico che coinvolge un market maker impegnato nel trading del titolo XYZ. Il market maker offre una quotazione di 10,00 $ – 10,05 $ con una quantità di 100×500. In questo contesto, il market maker è disposto ad acquistare 100 azioni a un prezzo bid di 10,00 $ e contemporaneamente a vendere 500 azioni a un prezzo ask di 10,05 $. 

Successivamente, gli altri partecipanti al mercato possono scegliere di acquistare dal market maker accettando l’offerta a 10,05 $ (sollevando l’offerta) o di vendere al market maker al prezzo bid di 10,00 $ (colpendo il bid). Questa dinamica illustra il ruolo del market maker nel facilitare gli scambi e nello stabilire gli spread bid-ask. 

Le persone intelligenti studiano i fallimenti altrui, quindi analizziamo i principali fallimenti sul mercato e le lezioni da imparare: 

Nel 2012, il malfunzionamento dell’algoritmo di trading di Knight Capital ha causato una perdita significativa. Questo bug ha fatto sì che il sistema andasse in fibrillazione, comprando e vendendo azioni alla velocità della luce e accumulando perdite per milioni di dollari in soli 45 minuti. 

Quando Knight Capital Group si rese conto di ciò che stava accadendo, aveva perso 440 milioni di dollari. L’incidente ha evidenziato i rischi associati al trading algoritmico e l’importanza di solidi sistemi di gestione del rischio. 

Questo caso sottolinea il ruolo critico della tecnologia, della gestione del rischio e della conformità nel successo o nel fallimento delle aziende che operano sul mercato. 

Le aziende di successo mostrano i vantaggi dell’innovazione e dell’adattabilità, mentre i fallimenti sottolineano l’importanza di un controllo prudente dei rischi e le potenziali conseguenze delle carenze operative. 

Market Maker di Spicco 

Global Exchanges

I market maker svolgono un ruolo fondamentale nel migliorare la liquidità del mercato globale dei titoli, offrendo servizi di trading agli investitori. Eccone alcuni di rilievo su vari exchange:

NYSE e Nasdaq (Stati Uniti): Il NYSE definisce un lead market maker come un “detentore di ETP o un’impresa registrata”. Il Nasdaq identifica un market maker come una “società membro che acquista e vende titoli ai prezzi indicati”. Tra i principali market maker del New York Stock Exchange troviamo Credit Suisse, Deutsche Bank, Goldman Sachs, KCG Americas e Timber Hill.

Frankfurt Stock Exchange (Germania): Gestito da Deutsche Börse AG, il Frankfurt Stock Exchange chiama i suoi market maker “sponsor designati”. Tra i principali operatori della piattaforma Xetra figurano Berenberg, JPMorgan, Morgan Stanley, Optiver e UBS Europe.

London Stock Exchange Group (Regno Unito): Il London Stock Exchange fa parte del gigantesco London Stock Exchange Group. Tra i principali MM di Londra figurano BNP Paribas, GMP Securities Europe, Liberium Capital, Mediobanca e Standard Chartered.

Tokyo Exchange Group (Giappone): Formato dalla fusione di Tokio Stock Exchange e Osaka Securities Exchange, il Tokyo Exchange Group garantisce sedi di trading affidabili. Secondo JPX, tra i MM degni di nota ci sono ABN AMRO Clearing, Nissan Securities, Nomura Securities, Phillip Securities e Societe Generale.

Toronto Stock Exchange (Canada): Toronto, l’hub finanziario del Canada, ospita il più grande exchange, il Toronto Stock Exchange (TSX), di proprietà del TMX Group. I market maker quotati sul TSX comprendono BMO Nesbitt Burns, Integral Wealth Solutions, Questrade, Scotia Capital e TD Securities.

Conclusione

In sintesi, i MM forniscono liquidità, mantengono l’ordine sui mercati e facilitano un trading efficiente attraverso la quotazione dei prezzi bid e ask. Svolgono un ruolo fondamentale nel promuovere la liquidità, la stabilità e la funzionalità generale dei mercati finanziari, contribuendo a creare un ecosistema di trading solido ed efficiente. Il futuro del market-making risiede nei progressi tecnologici, nell’integrazione dei mercati globali e nel superamento di un panorama normativo in continua evoluzione. 

Domande Frequenti

Che cosa fa un market maker?

Un market maker partecipa al mercato dei titoli fornendo servizi di trading agli investitori e aumentando la liquidità del mercato. In particolare, fornisce offerte e rilanci per un determinato titolo oltre alla sua dimensione di mercato.

Il market making è illegale?

Un broker, un broker/dealer, un istituto finanziario o un market maker possono incorrere in gravi accuse di responsabilità se tentano di modificare artificialmente il prezzo di un’azione o di un altro titolo oppure provocare un movimento di mercato con l’intento di ottenere un profitto illecito.

I market maker guadagnano molto?

In cambio di questo servizio, i market maker traggono profitto raccogliendo lo spread bid e ask: sebbene questo spread sia in genere di pochi centesimi per azione, questo profitto può accumularsi su un titolo con operazioni correlate a centinaia di migliaia o addirittura milioni di azioni al giorno.

With a Bachelor's Degree in International Journalism, my career has taken me through diverse industries. I began in the banking sector, gaining valuable insights into finance over five years.

Leggi altroLinkedin

Correttore di bozze

Tamta Suladze

Tamta è un'autrice di contenuti che vive in Georgia e ha cinque anni di esperienza in scrittura di articoli su mercati finanziari e criptovalute a livello globale per testate giornalistiche, società di blockchain e aziende di criptovalute. Grazie alla sua laurea e all'interesse personale per gli investimenti in criptovalute, è specializzata nella scomposizione di concetti complessi in informazioni facili da comprendere per i nuovi investitori in criptovalute. La scrittura di Tamta è professionale e al tempo stesso comprensibile, in modo da garantire ai suoi lettori comprensione e conoscenze preziose.

Leggi altroLinkedin
Condividi