In questo articolo

Uno scrittore esperto con una solida formazione finanziaria e un'attitudine a produrre contenuti accessibili, affascinanti e di valore. Mi impegno a demistificare il settore fintech e criptovalute producendo contenuti coinvolgenti. Credo che ogni concetto, idea e metodologia complessa possa essere presentata in modo comprensibile ed entusiasmante ed è mio compito trovare tale modo per ogni nuovo argomento. Sfido costantemente me stesso a produrre contenuti che abbiano un valore imprescindibile per il pubblico di riferimento, permettendo ai lettori di comprendere idee sempre più complesse senza fare fatica.

Leggi altroLinkedin

Correttore di bozze

Constantine Belov

Essendo una persona che lavora sodo, orientata agli obiettivi e con un buon bagaglio di conoscenze, mi impegno sempre a svolgere un lavoro di qualità per ogni incarico che svolgo. Di fronte alle sfide della vita, ho sviluppato l'abitudine di pensare in modo razionale e creativo per risolvere i problemi, fatto che non solo mi aiuta a crescere come persona, ma anche come professionista.

Leggi altroLinkedin
Condividi

Come vendere le azioni di una società privata

Articoli

Reading time

Il trading di azioni è una delle forme più antiche di commercio finanziario, in cui i trader possono acquistare e vendere azioni di società. Tuttavia, le azioni delle società private sono trattate in modo diverso da quelle quotate in borsa. Le azioni di società private non si trovano in borse valori famose come il NYSE o il LSE e sono meno comuni rispetto alle azioni pubbliche. La vendita di azioni di società private è in qualche modo complicata e comporta diverse considerazioni. 

La buona notizia è che è possibile vendere le azioni private, ma questo richiede un percorso diverso, che ti spiegheremo di seguito.

Punti Chiave

  1. Le azioni private non vengono scambiate nei mercati secondari pubblici come le società pubbliche. Vengono invece vendute privatamente agli investitori.
  2. Le aziende private possono emettere e vendere azioni per raccogliere fondi attraverso angel investor, venture capitalist, programmi di accelerazione e altri metodi di raccolta fondi per aumentare il flusso di cassa operativo.
  3. I dipendenti che detengono azioni di società private possono rivendere le proprie azioni alla società o all’esterno, a investitori e istituzioni.
  4. Le società private non sono tenute a rispettare i requisiti della SEC e non sono obbligate a divulgare i loro rapporti come le società pubbliche.

Saudi Aramco (società petrolifera) detiene il record della più grande IPO di tutti i tempi, con 25,5 miliardi di dollari raccolti con la quotazione in borsa nel 2019.

Fatti in Breve

Che cosa sono le azioni private?

Le azioni fanno parte del valore complessivo di un’azienda e del patrimonio netto, e il loro andamento riflette l’attività dell’azienda. Le aziende nascono come entità private con azioni detenute privatamente prima di annunciarle al pubblico e scambiare azioni nei mercati secondari e nelle borse valori.

Tuttavia, a differenza delle società quotate in borsa, le azioni private non sono negoziate nei mercati secondari e i trader al dettaglio non possono acquistare azioni private. Le aziende possono emettere azioni private per raccogliere fondi, attirare investitori o come parte di un programma interno per gli azionisti.

Inoltre, poiché le azioni private non sono negoziate pubblicamente, non hanno bisogno di conformarsi alla Securities and Exchange Commission. Pertanto, solo gli investitori istituzionali e le aziende possono negoziare azioni private.

Azioni private vs. azioni pubbliche

Le società private emettono un numero ridotto di azioni rispetto alle società quotate in borsa. Per questo motivo, il prezzo delle loro azioni non fluttua più di tanto e cambia solo in base ai risultati e ai ribassi dell’azienda.

Tuttavia, le società pubbliche emettono una grande quantità di azioni che vengono detenute da numerosi individui e istituzioni. Pertanto, il prezzo delle loro azioni cambia in base a fattori di domanda e offerta, oltre che alla valutazione e alle relazioni aziendali.

Inoltre, è possibile trovare azioni pubbliche nei mercati secondari e nelle borse valori, mentre le azioni private sono negoziate privatamente.

Per acquistare le azioni di una società privata, un operatore o un’azienda deve essere accreditato dalla SEC e soddisfare determinati requisiti relativi al patrimonio netto e alla fonte di reddito. Questi requisiti possono includere un patrimonio netto di 200.000 dollari e la possibilità di lavorare nel settore finanziario.

Perché vendere le azioni di una società privata?

Ci sono diversi motivi per cui un’azienda privata mette in vendita le proprie azioni. Le startup e le aziende emergenti tendono a offrire le loro azioni a investitori, istituzioni e società finanziarie come parte dei loro sforzi di raccolta fondi. 

Le piccole aziende di solito hanno risorse limitate e si affidano a campagne di raccolta fondi per generare liquidità e procedere con le operazioni commerciali, pagare gli stipendi e lavorare sui software.

Inoltre, le aziende private possono offrire le loro azioni ai partner come garanzia, attirando una partnership strategica che aumenta le loro prestazioni e i loro rendimenti in cambio di azioni dell’azienda privata.

Le azioni di una società privata possono essere utilizzate anche in programmi di fidelizzazione o di partecipazione azionaria, per fidelizzare i dipendenti e motivarli offrendo loro una parte del capitale dell’azienda. 

Può una società privata vendere azioni al pubblico?

Le società private non possono vendere le loro azioni ai mercati secondari e alle borse valori come le società pubbliche. È improbabile trovare le azioni di una società privata in borsa.

Le società private non devono soddisfare i requisiti della SEC. Pertanto, non sono quotate in borsa e non sono tenute a rendere pubbliche le loro relazioni e i loro bilanci, a differenza delle società pubbliche che devono pubblicare regolarmente le loro relazioni.

Come vendere le azioni di una società privata

Le azioni private possono essere acquistate e vendute, ma non così facilmente come le azioni pubbliche. Tuttavia, se un’azienda decide di quotarsi in borsa e di vendere le proprie azioni sui mercati secondari, o se un dipendente desidera vendere le proprie azioni, ci sono pochi modi per farlo.

Vendita pubblica

Un’azienda può desiderare di quotarsi in borsa e conformarsi alla Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti, conducendo un processo di IPO, e quotando le proprie azioni per il grande pubblico. La vendita di azioni in borsa consente alle aziende di raccogliere più fondi e di far conoscere la loro attività, soprattutto se hanno successo come entità privata e desiderano espandere il loro riconoscimento e concentrarsi sul lungo termine.

Le aziende si quotano in borsa per raccogliere più fondi da un più ampio bacino di investitori e operatori in diverse borse e mercati. Tuttavia, questo passo richiede un’ampia conformità normativa, compresi rapporti periodici sulle loro prestazioni e sulle loro finanze. 

Investitori privati

Le società private possono vendere le proprie azioni a operatori individuali o istituzionali. La vendita agli investitori privati può essere vantaggiosa in quanto non è richiesta la conformità alla SEC e le società private possono rivolgersi ad angel investors, fondi, acceleratori e altri modi per raccogliere fondi.

Anche gli investitori indipendenti e gli imprenditori possono essere interessati ad acquistare le azioni di una società privata, che possono rappresentare una preziosa fonte di fondi per le entità private. 

Dipendenti

La condivisione del capitale dell’azienda tra i dipendenti sta diventando un metodo sempre più utilizzato dalle aziende per attrarre e trattenere i dipendenti. Dal momento che le piccole aziende e le startup dispongono di fondi limitati, utilizzano questo approccio come compenso per i propri dipendenti. 

Le azioni possono anche essere offerte ai dipendenti come parte del sistema di bonus per garantire che i dipendenti rimangano in azienda, sperando che l’azienda cresca e che il prezzo delle azioni aumenti. 

Programmi di riacquisto

Le aziende che offrono azioni ai propri dipendenti possono offrire un sistema di buy-back, in cui l’azienda acquista le azioni dai dipendenti.

I dipendenti possono sfruttare questa opportunità per ottenere un compenso in denaro. Tuttavia, questo approccio è piuttosto raro perché le aziende offrono queste azioni perché sono a corto di denaro. 

Considerazioni speciali per la vendita di azioni private

Le azioni private sono trattate in modo diverso rispetto a quelle pubbliche, in quanto non sono così comuni come quelle pubbliche, dove chiunque può acquistare qualsiasi titolo nei mercati secondari. Pertanto, ci sono alcuni fattori che devi considerare.

Azioni pre-IPO

Le aziende private e le startup possono prendere in considerazione l’idea di quotarsi in borsa e presentare un’offerta pubblica iniziale (IPO), in cui le azioni vengono scambiate pubblicamente sui mercati secondari e sulle borse valori. 

Quando l’azienda annuncia la sua intenzione di farlo, raccoglie fondi nei mercati pre-IPO, raccogliendo capitali da capitali di avventura e investitori istituzionali interessati alle azioni dell’azienda.

Gli investitori istituzionali e individuali possono acquistare azioni pre-IPO, sperando che il prezzo salga una volta che le azioni saranno quotate in borsa, dove potranno rivenderle sui mercati secondari a un prezzo più alto e ottenere dei guadagni.

Quindi gli azionisti dell’azienda, come i dipendenti, possono cogliere questa opportunità e vendere le loro azioni e partecipazioni in diversi mercati di azioni private pre-IPO, dove i prezzi sono più alti rispetto alle azioni non pre-IPO.

Azioni non pre-IPO

Gli investitori istituzionali e le imprese trovano difficile orientarsi tra le azioni non pre-IPO, dove le aziende private non intendono quotarsi in borsa. Pertanto, l’interesse per queste aziende è guidato dal loro modello di business di successo o dalle speculazioni dell’investitore sul futuro dell’azienda.

Non esiste un mercato per la compravendita di azioni di società no-pre-IPO e gli investitori che desiderano acquistarle possono contattare le società emittenti per conoscere la disponibilità di azioni o se hanno riacquistato azioni dagli azionisti esistenti.

Gli imprenditori e gli investitori che vogliono acquistare queste azioni possono anche approfittare della conoscenza degli attuali azionisti da parte dei dipendenti e cercare di acquistare azioni da loro o direttamente dall’azienda privata.

Restrizioni organizzative

A differenza delle azioni pubbliche, le azioni private hanno poche restrizioni per quanto riguarda la proprietà e il trasferimento della proprietà. Pertanto, se possiedi azioni di una società privata, devi chiedere il permesso alla tua società prima di offrire le tue azioni a un investitore o a un acquirente esterno.

L’azienda ha il diritto di rifiutare la tua offerta di vendita all’esterno e può offrirti programmi di riacquisto, in cui riacquista le azioni da te in base alle proprie politiche e valutazioni.

In alternativa, se l’azienda accetta che tu venda le tue azioni all’esterno tramite offerte o in altri modi, puoi andare avanti e trovare investitori che acquistino le tue azioni. Tuttavia, assicurati di rispettare tutte le condizioni che l’azienda può stabilire, come ad esempio il mantenimento delle azioni per periodi specifici prima di venderle o il numero di azioni che ti è consentito vendere.

Diffusione

Lo spread è la differenza tra il prezzo di vendita (richiesta) e il prezzo di acquisto (offerta), un aspetto che devi considerare quando vendi le tue azioni private sui mercati secondari o agli investitori. 

Ad esempio, se un’azione vale 150 dollari e l’offerta più alta che ricevi è di 140 dollari, lo spread è di 10 dollari. Potrebbe sembrare una differenza minima, ma il numero si accumulerà se hai più azioni e potresti subire perdite considerevoli.

Da un lato, cercare un’offerta migliore e più alta sul mercato è meglio. D’altra parte, gli investitori non sono sempre disposti a soddisfare le tue aspettative a causa della natura rischiosa delle azioni private e potresti perdere l’opportunità di vendere con una perdita non vendendo affatto.

Passi per vendere le azioni di una società privata

Se hai trovato l’opportunità e ti è stata approvata la vendita delle tue azioni private nei mercati secondari o a investitori esterni, è il momento di determinare il valore delle tue azioni e dove puoi venderle.

Valutazione del prezzo delle azioni

Dal momento che le azioni private non sono quotate nei mercati pubblici, è difficile determinare il loro valore in assenza di domanda e offerta e di dinamiche di mercato. 

La società emittente può stabilire un valore delle azioni e tu puoi utilizzare questa valutazione quando vendi azioni private. Tuttavia, esistono altri modi per determinare il valore delle tue azioni.

1. Tasso di rendimento interno (IRR)

L’analisi del TIR è un complesso strumento finanziario che misura la redditività di un investimento, un modo per valutare il valore delle azioni. Quanto più alto è l’IRR, tanto migliore è l’investimento in quell’azione, il che ti dà un’indicazione su dove dovresti orientare il prezzo delle tue azioni.

I calcoli sono più complicati perché includono i debiti, le performance aziendali, lo stato economico e la quota di mercato dell’azienda.

2. Analisi del flusso di cassa scontato

L’analisi del flusso di cassa scontato è un modello finanziario standard che misura la capacità dell’azienda di generare liquidità in futuro. 

Il concetto determina se investire in quell’azienda è vantaggioso o meno in base al suo potenziale di generazione di flussi di cassa in futuro. Se l’analisi è positiva e un’azienda ha un eccellente potenziale di generazione di flussi di cassa, è un segnale positivo che indica che un’azione dovrebbe essere maggiormente valutata.

3. Valore comparabile delle azioni pubbliche

Trovare una società quotata in borsa con un business simile è uno dei modi più semplici e comuni per stimare il valore del prezzo delle azioni di una società privata. 

In questo modo, un azionista ha una visione realistica del prezzo delle azioni e di quanto un dipendente chiederebbe per vendere le proprie azioni sul mercato o a un investitore.

Posizionamento delle scorte

Le azioni private non vengono collocate nelle borse valori pubbliche e nei mercati secondari. Tuttavia, esistono collocamenti privati in cui le aziende private possono vendere le proprie azioni a investitori qualificati e imprenditori.

In questo modo, le entità private possono raccogliere fondi e vendere le loro azioni senza quotarsi in borsa, il che comporta la necessità di conformarsi alla SEC e di presentare i bilanci al pubblico. 

Pertanto, le aziende private trovano preziosi i collocamenti privati per vendere le loro azioni, soprattutto se la loro attività ha un ottimo potenziale e attira venture capitalist e investitori istituzionali. 

Tuttavia, i mercati privati non sono liquidi e potrebbe non essere facile vendere le azioni perché solo un numero limitato di investitori, società finanziarie e individui con un elevato patrimonio netto accedono al mercato del collocamento privato. 

In questo caso, un’azienda potrebbe aver bisogno di accontentarsi del prezzo del miglior offerente quando vende un’azione, anche se ciò comporta uno spread o una perdita considerevole, se vuole aumentare la liquidità. 

Conclusione

Vendere le azioni di una società privata è un’operazione impegnativa e meno flessibile rispetto alle società quotate in borsa. Le azioni pubbliche sono quotate nei mercati secondari, dove molti operatori e privati possono acquistare e vendere azioni, e il prezzo delle azioni fluttua in base alle condizioni di mercato e all’attività aziendale.

Oppure, le azioni private vengono vendute nei mercati di collocamento privato a una lista selezionata di investitori, venture capitalist e individui facoltosi che potrebbero essere interessati al modello di business o alla redditività dell’azienda. 

Domande frequenti

Una società a responsabilità limitata può vendere le proprie azioni?

Sì. Tuttavia, le azioni private non vengono vendute nei mercati secondari e nelle borse valori come le società quotate in borsa. Le azioni private vengono vendute a investitori istituzionali e venture capitalist privatamente o attraverso mercati di collocamento privato a un gruppo selezionato di investitori qualificati.

Come posso valutare le azioni che possiedo in una società privata?

Esistono diversi modi per valutare il prezzo di un’azione privata. Uno di questi è rappresentato dalle società pubbliche comparabili, che mettono a confronto la società privata con una società quotata in borsa e ne confrontano i prezzi. Altri metodi includono l’analisi IRR e l’analisi finanziaria del flusso di cassa scontato.

Come funzionano le azioni di un'azienda privata?

Le aziende private possono emettere azioni per gli stakeholder, compresi gli attuali investitori e dipendenti. Inoltre, le aziende private possono vendere le proprie azioni in collocamenti e mercati privati per raccogliere capitale per gestire la propria attività o offrire le proprie azioni ad angel investor, venture capitalist, acceleratori e altre modalità di finanziamento per mantenere la propria attività.

Come posso vendere le azioni in una società privata?

I dipendenti possono vendere le proprie azioni in un’azienda privata, ma prima devono ottenere l’approvazione della propria azienda (l’azienda emittente). L’azienda emittente può riacquistare le azioni o permettere al dipendente di vendere le proprie azioni a investitori esterni e istituzioni finanziarie.

Uno scrittore esperto con una solida formazione finanziaria e un'attitudine a produrre contenuti accessibili, affascinanti e di valore. Mi impegno a demistificare il settore fintech e criptovalute producendo contenuti coinvolgenti. Credo che ogni concetto, idea e metodologia complessa possa essere presentata in modo comprensibile ed entusiasmante ed è mio compito trovare tale modo per ogni nuovo argomento. Sfido costantemente me stesso a produrre contenuti che abbiano un valore imprescindibile per il pubblico di riferimento, permettendo ai lettori di comprendere idee sempre più complesse senza fare fatica.

Leggi altroLinkedin

Correttore di bozze

Constantine Belov

Essendo una persona che lavora sodo, orientata agli obiettivi e con un buon bagaglio di conoscenze, mi impegno sempre a svolgere un lavoro di qualità per ogni incarico che svolgo. Di fronte alle sfide della vita, ho sviluppato l'abitudine di pensare in modo razionale e creativo per risolvere i problemi, fatto che non solo mi aiuta a crescere come persona, ma anche come professionista.

Leggi altroLinkedin
Condividi